lunedì 19 luglio 2010

Diario di una vacanza - Finalmente epilogo

27 giugno: agonia
Ed eccoci qui. Purtroppo è arrivato anche il momento di pagare il conto e partire. La vacanza è stata bella, forse un pò corta, ma bella, anche se in dirittura d'arrivo. Ok, facciamo colazione e carichiamo i bagagli. Destinazione: Padova e dintorni. Si, perchè abbiamo deciso di concederci ancora un giorno di "ferie" e andare a salutare dei miei carissimi cugini che raramente mi capita di vedere per ovvi motivi di distanza, ma che non mi impediscono di essere loro legatissima. Errore fatale: decidiamo di non imboccare immediatamente l'autostrada a Bologna, ma di percorrere la Faentina (per guadagnare un pochino di tempo) per poi entrare in autostrada a Ferrara fino a Padova e pranzare finalmente tutti insieme, noi tre e i miei cugini..... Perchè errore fatale??? O se preferite sfiga nera? Ecco perchè, leggetevi QUESTO.
Insomma, come avete letto, le giunture metalliche saltate dal ponte ci hanno tranciato la ruota posteriore di netto e tagliato addirittura il copricerchio.
Ed ecco l'agonia:
ore 09:30 Il fattaccio. Dopo esserci trascinati nel parcheggio di un distributore a pochi metri da quel ponte maledetto, per fortuna ombreggiato, attendiamo che la polizia arrivi per stendere il verbale e fare le fotografie alla macchina, documenti con i quali speriamo di ottendere il risarcimento danni dall'Anas....
ore 10:00 Attesa. Cortesemente la stradale ci chiama un carro attrezzi che ci porterà in officina per eseguire pit-stop e cambio gomma.
ore 11:00 Arrivano i soccorsi. Ecco qui il carro attrezzi che finalmente ci carica e ci porta alla base... Immaginate cosa significa attendere per un'ora un mezzo di soccorso in mezzo a una strada, con trenta gradi all'ombra e una bambina di quindici mesi ... Tanto per gradire, il meccanico ci invita ad avere un pochino di pazienza, e ad aspettare il suo collega che si occuperà della nostra macchina. Anche il collega è in giro a recuperare qualche poverino che come noi è in panne già di domenica mattina ....
ore 11:45 Arriva il collega. Discussione sul da farsi e meeting sulla soluzione..... In officina ci sono due enormi pastori tedeschi, che ci gironzolano tranquillamente intorno; sono docilissimi, ma io devo fare mangiare la bambina e non mi va che per sbaglio i cani addentino anche lei mentre tentano di rubarle qualche briciola di cibo.... Temperatura in aumento. E anche incazzatura...
ore 12:30 Lunch. Faccio mangiare Giorgia, chiusa in macchina con i finestrini alzati, lontano dai cani e da ogni eventuale rischio ... Non è il massimo mi rendo conto, ma almeno è un pranzo. Provo ad andare in bagno ma ci rinuncio subito... il rischio tetano è troppo elevato.
ore 14:00 Siamo un pò tesi. Paghiamo il conto alla carrozzeria a intervento finito, e speriamo che il verbale della polizia ci faccia ottenere il risarcimento dei danni subito, anche se ci hanno avvisato, avverà fra secoli, se avverrà...
ore 14:15 Si parte. Ci rimettiamo in viaggio, con le pive nel sacco, verso casa; troppo nervosi e troppi stanchi per puntare verso Padova, e pensare che a quest'ora avremmo già finito di pranzare tutti insieme!!! Oltre ad essere stanca e arrabbiata per l'accaduto, mi assale una terribile malinconia nei confronti dei miei cugini a cui penso per tutto il viaggio di ritorno. L'occasione di riabbracciarsi era perfetta e invece è andato tutto all'aria. Ho promesso di andarli a trovare e in ogni caso lo farò...
ore 17:00 A casa. Siamo stanchissimi. Siamo arrivati. Siamo stati in macchina per otto ore. Ma non siamo andati in vacanza al Sud. Siamo solo un pò sfigati....

5 commenti:

  1. Mamma mia, l'epilogo decisamente non è stato il massimo, mannaggia! Speriamo comunque che il rimborso arrivi presto!!

    RispondiElimina
  2. Accidenti che avventura! Dai, per fortuna si è risolto tutto, anche se immagino quanto tu ti sia arrabbiata, visti i progetti andati in fumo! Uff...

    RispondiElimina
  3. Si infatti ragazze.... il finale della storia fa un pò schifo!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  4. ciao!

    Benvenuta a Casa Lellella!!!
    e grazie per il sostegno.

    mettiti comoda e fai come se fossi a casa tua, ok?

    ps. molto carino il blog ;)

    RispondiElimina
  5. @mammalellella: mille grazie!

    RispondiElimina

pin

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...