sabato 28 agosto 2010

Summer summer summer....

Dell'estate mi mancherà:

l'odore della carne alla griglia, dell'aglio e del rosmarino che la insaporiscono e il mangiare tutti le costine con le mani perchè è così che si fa.
Svegliarmi con il sole già alto, che ci rallegra quasi tutte le mattine che certe volte sembrano tanto faticose.
Il cantare dei grilli alla sera, quando ci si rilassa e si ascolta all'aperto il suono del nulla....
L'attesa delle vacanze, di partire e staccare la spina da tutto e da tutti; sentirsi liberi di fare niente e ritornare allegri e rigenerati.
Gli aperitivi con gli amici all'aperto e il colore di tutti i nostri cocktail sul tavolino.
Il mio compleanno e le molteplici sensazioni che provo in quel giorno.
Mio marito che parte al mattino presto per andare a pescare, e che torna la sera tardi con un'abbronzatura da fare invidia.
Il mare. Il suono. La forza. L'immensità. L'armonia. La magia.
La mia amica Daniela, che fa battute sulla nostra forma fisica e su che cosa indossare in spiaggia.
Prosciutto e melone.
Il gelato, e il faccino di  mia figlia, deliziata dal suo gusto.
Camminare scalza per casa, il fresco del marmo, il solletico del prato, il massaggio della sabbia....
I girasoli, sicuramente i miei fiori preferiti.
Il gusto del pomodoro fresco, della cipolla e del basilico. La pasta al pomodoro.
I suoi piedini nudi.
I calci al palloni. A casa dei miei genitori.
L'allegria e la leggerezza di questa stagione.
Le sagre di paese e l'orchestra che suona dopo cena.
I colori forti e sgargianti dei vestiti che indossiamo.
I parei, le infradito e le borse estive. Wow!!!
Le conchiglie e il rumore del mare che custodiscono al loro interno, che Giorgia ascolta estasiata ogni giorno.
I suoi primi movimenti decisi, il bere dal bicchierino, i suoi balli scatenati.
I mondiali e il Waka Waka fatto da Giorgia.
Le verdure fresche dell'orto di mio papà e il minestrone fatto in casa buonissimo.
Il suo culetto dentro al costumino da bagno. Da mangiare....
Le bruschette.
Cenare nei ristoranti all'aperto.
La doccia fredda quando stai per morire di caldo. Una goduria....
Lo smalto rosa, rosso, blu, verde, giallo, azzurro, bianco ai piedi.
Il mio balcone fiorito, che quest'anno, nel mio piccolo, di soddisfazioni me ne ha date....
Il ventaglio sventolato freneticamente per rinfrescarsi un pò, così adorato dalla mia cara cara nonnina....
I molteplici ricordi che ho di lei.
I tormentoni estivi e la baby dance.
I vestitini di Giorgia, così all'ultima moda e così allegri...
Il caffè freddo. Uhmmmmmmm buono!!!!
La gente in giro di sera, un pò dappertutto piena di gioia di vivere.
La positività.
L'allegria.
La luce....






venerdì 27 agosto 2010

Family

Dopo aver letto questo post, di una persona straordinaria e sempre informatissima, nonchè cugina che mi manca un sacco, ho deciso di regalarmi anche io un libro-ricordo. Soggetto: Giorgia, primo anno di vita. Ho intitolato il libro Family. 
Questa mattina finalmente è arrivato e devo dire che il risultato è stato davvero soddisfacente. Per chi volesse dare un'occhiatina può trovare l'anteprima qui:



Che ne dite vi piace???

martedì 24 agosto 2010

Diciassette mesi


Diciassette mesi fa ero MAMMA da quasi quattro ore e appendevo in reparto il fiocco rosa che avevo fatto per mia figlia con il disegno scelto da Marco... Cercavo goffamente di attaccare al seno Giorgia chiedendomi, come credo tutte le mamme, se ce l'avrei fatta, se sarei stata capace, se lei un giorno fosse stata contenta di me....
Diciassette mesi fa mi ripetevo quanto ero stato fortunata per il parto che avevo affrontato e per gli zero punti non dati; mi stupivo di tutte le persone che ci venivano a trovare per conoscere la nostra piccolina, e da quanto affetto eravamo contornati. Mi commuovevo ad osservare mio marito che guardava sua figlia con gli occhi lucidi, con la certezza che sarebbe stato un ottimo padre. Ancora il cuore non era esploso di amore per lei, ma sapevo che presto sarebbe successo e che me ne sarei perdutamente innamorata. Diciassette mesi fa nasceva ufficialmente la nostra famiglia, ed ora che tutti i componenti sono qui insieme a giocare in salotto, mi rendo conto che provo la stessa felicità di allora, e non vorrei che niente fosse diverso....

Storia di un'amicizia

Abbiamo incominciato un pò così, quasi per caso, non ci frequentavamo molto spesso pur essendo dello stesso paese. Lei lavorava in un negozio di fotografie e io portavo a sviluppare i rullini dei miei viaggi. Uscivo ancora con Davide, il mio ex ragazzo, aveva un lavoro che lo portava spesso fuori casa e io lo raggiungevo appena potevo; immaginatevi quindi quante foto! Paola era stanca di lavorare per quella ditta e da me c'era un posto vacante in ufficio... Colpo di fortuna, d'un tratto colleghe!!!
Ecco, giorno dopo giorno, crescere un rapporto speciale, sincero, fresco e spensierato. In quel periodo eravamo davvero inseparabili, insieme per lavoro di giorno, e per qualche uscita di sera, ragazzi permettendo... Abbiamo riso per le battute stupide che facevamo su tutto e su tutti, ci siamo arrabbiate in ufficio, magari quando il capo ci trattava da schifo o eravamo sommerse di lavoro, abbiamo pianto per i tradimenti dei fidanzati e degli amici e ci siamo consolate a vicenda, ci siamo emozionate quando ci siamo dette, prima l'una e poi l'altra , di aspettare un figlio.
Ancora oggi, a distanza di anni, nonostante io abbia cambiato lavoro e nonostante i nostri rispettivi impegni familiari, ogni volta che ci vediamo, si riaccende la magia di riprendere da un punto mai interrotto, un filo mai spezzato...
Anche se non ci si vede molto spesso, siamo rimaste le amiche di sempre, chi si dicono tutto e sanno ridere di se stesse, che affrontano ogni momento difficile stringendo i denti, che non hanno mai litigato durante tutta la loro lunga amicizia, che si capiscono al volo con uno sguardo.
La fotografia che ho postato, per me è come il raggiungimento di un traguardo: noi due amiche di sempre con i rispettivi bambini. Noi due, un tempo ragazze con il solo pensiero di non saper decidere cosa mettersi il sabato sera, che ci ritroviamo all'improvviso donne cresciute.
Le solite noi, che siamo ancora qui unite, e che ci vogliamo ancora così bene e che ancora abbiamo voglia di dirci tutto....
Grazie Paola, per la tua amicizia speciale, che di sicuro vale un tesoro, o meglio, lo è!


 
18 DICEMBRE 2009: Manu, Giorgia, Paola e Cesare

domenica 22 agosto 2010

Baita di San Lorenzo

Quando il caldo esagera a farsi sentire e diventa insopportabile, come oggi per esempio, amiamo andare verso la montagna a respirare un pò di aria fresca... Una meta a noi sempre gradita è ai Piani di San Lorenzo, vuoi perchè non è troppo distante da casa, più o meno un'oretta scarsa di macchina, vuoi perchè il posto è davvero molto molto rilassante e ideale per chi ha bambini piccoli. Diciamo che è soprattutto la meta ideale per chi fa trekking, o per chi ama cavalcare, in quanto ricca di sentieri e immersa totalmente nel bosco; oggi noi, ci siamo accontentati di passare una giornata all'insegna del relax, dell'ottimo cibo e della "pennichella" nel prato. La Baita di San Lorenzo infatti, è un rifugio-bar-ristorante-area cazzeggio di cui amiamo approffitare ogni volta che passiamo da queste parti.
Il posto è meraviglioso, ottimo il panorama, e dopo aver consumato un buon pasto casalingo, abbiamo trascorso il pomeriggio a rilassarci e goderci la giornata, fra varie attività improvvisate....

Chi scattava fotografie.... 





Chi si cimentava con la pallavolo....



Chi schiacciava un pisolino....


Persino chi raccoglieva funghi...


Dopo questa bella giornata in famiglia, sono pronta per un'altra settimana di vita intensa!!!!

giovedì 19 agosto 2010

Romanticismo e praticità

Il compleanno mi ha dato modo di pensare a come lo festeggiavo prima di avere LEI, e agli ultimi due, quelli post-Giorgina...

Romanticismo.
Prepararsi due ore prima per uscire, con il cuore che batte nell'attesa che lui passi a prendermi, perfettamente vestita, truccata, depilata, magra al punto giusto, di un perfetto umore e profumatissima, tacchi alti e micro borsa... Cenare in un ristorantino con un tavolo per due prenotato, bere uno, due anche tre bicchieri di troppo, attendere con ansia il regalo che sai arriverà alla fine della cena. Avere tutta la serata a disposizione e non solo, anche la notte e volendo il giorno dopo, per ridere, ballare, giocare, fare quello che più ti piace....

Praticità.
Non essere pronta perchè intanto si cena in casa che la con bimba è meglio, guardarsi allo specchio e quasi non riconoscersi.... Dare una sbirciatina alle gambe e notare che i peli somigliano ai baffi di pescegatto, darsi una sistemata in fretta, mentre tuo marito è uscito all'ultimo momento per comperarti il regalo e inoltre fartene uno decisamente bellissimo: la cena pronta in modo tale da non dovere cucinare!!! Cenare, mangiare e imboccare la bambina ad ogni tuo boccone, passarle ciuccio, biberon, posate e baviglino cinquanta volte in tre minuti, bere il vino si, ma poco, perchè non sei più abituata... Finire la cena e finalmente aprire il tuo fantastico regalo, ma in fretta, perchè devi cambiare la bimba, metterle il pigiama e metterla a nanna. Guardare un pò di tv con tuo marito e distrutta andare a letto che tanto hai tutta la notte davanti... si ... per dormire!!!!

Ci tengo però a precisare che questo compleanno è stato si un pò meno romantico e decisamente più pratico, ma sicuramente non meno bello, anzi! Vi lascio con due cose: i miei regali....



... e il nostro "tormentone" estivo, da poco scoperto da Giorgia, ma già sentito a schifo...

video

mercoledì 18 agosto 2010

lunedì 16 agosto 2010

Ospitalità

Lo scorso venerdì siamo stati invitati a cena da Daniela e Marco, la mamma e il papà di Bea, l'amichetta nonchè compagna di asilo di Giorgia.  Inutile dire che è stata una serata piacevolissima, ottima la compagnia ed il cibo, inebriante l'armonia e l'intesa fra le due bambine. Vederle giocare e ridere insieme fino a mezzanotte (orario impensabile per due bimbe che abbracciano Morfeo verso le ventuno), senza il minimo cenno di cedimento, è stato veramente bello. Ancor più bella l'atmosfera che si respira in casa della mia amica Daniela.
Lei, perfetta padrona di casa e mamma dolcissima, che ama la compagnia e le serate fra amici, mi ha davvero fatto assaporare il gusto e l'amore per la casa, la gioia di ricevere ospiti e di condividere risate e ricordi, aneddoti e fotografie, pensieri e parole....
Lei, un esempio di super-mamma che si divide fra bambina, lavoro, casa, marito, baby-sitter, parenti e  asilo, e che fa le capriole per organizzare al meglio la sua giornata e quella della sua famiglia...
Lei che affronta tutto questo con il sorriso sulle labbra, con l'ironia e la dolcezza che la contraddistingue, ma nello stesso tempo con la forza e la determinazione di una mamma leonessa... lei, come me, una mamma di oggi. Speciale.

domenica 15 agosto 2010

Quello che dice Chiara



Si, perchè Chiara lo dice, e lo scrive pure bene che diventare mamma è un gran casino... Che tutto questo amore verso il bebè non arriva con il semplice schioccare delle dita, che bisogna abituarsi ad un "estraneo" che arriva in casa tua come fosse un nuovo concorrente del Grande Fratello entrato in corso d'opera...
Che "Mai più noi due" a volte, spesse volte, fa male, fa tristezza, fa vecchi, fa schifo!!! Che tu, si tu cara Peter Pan, non ci stai al sadico gioca "Ripetiamo ogni giorno per mille volte le stesse azioni" tipo sveglia, cambio, pappa, ciuccio, culla, nanna, sveglia, cambio, pappa, ciuccio, culla, nanna... Che cazzo! questa non è la tua vita, che questo cambiare tutto e subito ti ha sconvolto dentro, ti ha traumatizzata al punto tale da promettere a te stessa ogni giorno "Lei è, e resterà per sempre figlia unica!", che si ti guardi indietro di un anno soltanto spolveri ricordi di vita da far concorrenza a tuo nonno quando ti racconta di aver fatto la guerra in Africa, sembra ieri....
Che questa storia della maternità, è successa e basta, che come lei, come te, come moltissime noi, questo figlio se lo sono trovate così, fra capo e coda, fra una vacanza in Corsica e un aperitivo con gli amici, fra giornate massacranti al lavoro e una serata in discoteca. Un figlio non cercato certo, ma non per questo meno atteso, meno voluto, meno incredibilmente amato....
Che l'amore non arriva tutto e subito, che non è tutto meraviglioso ma uno sbattimento incredibile.... Che però non ne puoi più fare a meno, che per sempre voi due...
Quello che le mamme non ci dicono, quelle mamme che si sono seppellite come donne, come amanti, come lavoratrici e quant'altro, quelle che è tutto meraviglioso da quando ho avuto mio figlio, per me non esiste nient'altro al mondo e non vorrei che fosse diverso da così, quelle mamme non ci dicono che per loro siamo persone scomode, frivole senz'altro, eterne ragazzine incapaci di assumersi delle responsabilità, che chissà come cresceremo questo figlio, che alle sue necessità a volte anteponiamo le nostre esigenze personali... Non lo dicono ma ci squadrano e ci guardano male se ci vedono compiere qualche gesto sciagurato ai loro occhi, o ci sentono dire frasi per loro assolutamente scellerate... forse solo perchè ricordano a loro stesse, quello che erano prima di diventare solo ed esclusivamente mamme e a cui pensano con una triste nostalgia...
A questa categoria (esiste credetemi esiste) voglio dire che anche per noi avere un figlio è meraviglioso, ma ciò che lo rende davvero speciale è sentirmi felice e realizzata come persona, non solo essere la mamma di Giorgia , ma essere nello stesso tempo me stessa, altrettanto importante e altrettanto bisognosa di cure, attenzioni e affetto da poter trasmettere di riflesso a mia figlia.
Ecco che cosa significa per me essere mamma: io+lei, non solo lei e soltanto lei, per quanto io la ami così immensamente da annullarmi a volte per lei e nemmeno rendermene conto....
A Chiara va tutta la mia ammirazione per questo suo libro gustosissimo che ho letto in soli tre giorni e per il coraggio avuto di andare "contro corrente".
Non tutte le mamme se ne stanno a casa a ricamare bavaglini, ottime madri senza dubbio, ma ce ne sono alcune, come noi, altrettanto valide oserei dire, che a quest'ora sono al tavolino di un bar con un Martini in mano e il passeggino di fianco!
Grande!!!

sabato 14 agosto 2010

La prima festa ufficiale



Ed eccola qui la mia topa alla sua prima festa ufficiale in occasione della chiusura dell'asilo nido. La posto solo ora, anche se è passata più di una settimana, ma come ben sapete, con satana in casa, è un'impresa eccezionale anche mettersi davanti al pc per soli quindici minuti (infatti ora dorme...). Non avrei mai immaginato, ripeto MAI in vita mia di pensare anche lontanamente quello che sto per scrivere.... attenzione.... rullo di tamburi... MI SONO PURE DIVERTITA!!!! Ebbene si donne, avere un figlio ti porta anche a trovare divertenti le sue feste all'asilo, a ridere come un'oca con le altre mamme, a fare discorsi utilizzando parole pedagogiche che non pensavi nemmeno fossero sul vocabolario, a goderti tutto, la crostatina, le patatine e il succo di frutta, come se l'alunna fossi tu in prima persona, anche se alla fine sempre sei tu in seconda no???.... a trovare fantastico il disegno della tua bambina che hai subito appeso nella sua cameretta (ma non è bello sul serio???), a fare una faccia da idiota compiaciuta quando la maestra ti dice che quel disegno lo ha fatto davvero lei e che ha scelto pure i colori.... Insomma, è stato un pomeriggio piacevolissimo sia per me che per Giorgia, che mi ha invaso di buon umore e di una sensazione mista tra orgoglio e divertimento dovuta al fatto di essere una mamma, la sua mamma. Di questa bimba ai miei occhi bellissima, perfetta, piena di gioia di vivere e così curiosa verso l'esterno che mi da una carica incredibile anche quando sono fusa e che ogni giorno mi spinge ad essere migliore. Per lei naturalmente. E per me.

ps. comunicazione di servizio: non è sempre così idilliaco. la maggior parte delle volte il mio stato d'animo è: mi sento una merda...

venerdì 13 agosto 2010

Tempo di bambole

Finalmente ci siamo... Mi sto godendo (godendo è sarcastico vi avviso) la mia meritata settimana di ferie con la mia piccolina... L'asilo ha chiuso da una settimana purtroppo.... e io e lei abbiamo tutto il giorno da passare insieme!!! (quando lavoro sono meno stanca...) Come avete potuto notare non ho molto tempo nemmeno per il blogghino, perchè la piccola sanguisuga mi sta succhiando per bene tutte le energie, anche ora che sto postando proprio non mi molla.... La mia casa si è trasformata in un immenso parco giochi, e sebbene siamo sempre in giro, Giorgia è stracarica di energie... Oggi purtroppo siamo a casa perchè la giornata qui è tremendamente uggiosa, e anche se questo non mi dispiace affatto, significa escogitare qualsiasi cosa per distrarre satana da ogni intendo malefico di distruzione casa.... Abbiamo il bowling di Pocoyo, Barbie, cinquecentomila animaletti di peluche, un enorme cavallino a dondolo, il telefono di Minnie e Topolino, le costruzioni, i libretti dei Barbapapà, i miei trucchi e i miei braccialetti, la PlayHouse Disney in televisione... ma niente!!! tutti i giochi le interessando per meno di dieci minuti... tutti tranne questo.....





Finamente GIOCA CON I BAMBOLOTTI!!! O meglio... con la bambolotta... tutte le altre bambole no, le altre le odia, vuole solo questa microbimba che non molla mai. Forse ci è così affezionata perchè è la prima vai a sapere, comunque se la porta proprio dappertutto e quando siamo a casa le da la pappa, le fa fare la nanna, sta sempre con lei insomma, a volte addirittura la picchia!!!! Per me le può pure dare fuoco, basta che stia un pochino brava!!!! Sia bene inteso che la distrazione non dura certo per ore e ore, ma almeno per dieci-quindici minuti la demonia è impegnata.... E io posso tirare un pochino il fiato.... Ma almeno un ora d'aria al giorno no??? In alcuni posti la danno....

lunedì 9 agosto 2010

Soddisfazioni....

12 MAGGIO - 09 AGOSTO
Grazie davvero, grazie mille per queste graditissime e inaspettate mille visite e per aver dimostrato interesse per le nostre storie e per i vostri affettuosi commenti... A presto con i nuovi episodi della nostra vita, ultimamente mooooolto incasinata!!!!!!!

pin

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...